Weather’n’ride ” il Ecosurf ” è possibile ?

Dopo aver combattuto le onde en backside , lasciare che il nostro consiglio per un momento e affrontare la beachbreak . A navigare nei nostri pensieri ci rendono alcun danno, non è vero ?

La grande domanda è : cosa faremmo se un giorno tutto scompare o così se i mari erano troppo occupati e le onde sono troppo potenti e pericolosi ? Due le spiegazioni : il riscaldamento globale e scioglimento dei ghiacci ( scioglimento dei ghiacci ) .

Nel momento in cui climatologi , oceanografi e ambientalisti lanciano l’allarme . Weather’n’ride e surfisti potrebbero contribuire perché questo elemento naturale che può vivere le passioni , deve essere preservato .

Surf  sport ” green” , ma …

E ‘ un’idea che è rimasta nella mente fin dai primi tavole da surf erano di legno ( sequoia , pane … ) e potrebbero pesare fino a 50 kg . Keeping era rudimentale ( pantaloncini, costume da bagno ) e anche alcuni surfisti erano quasi nudi , questo è anche il motivo per il divieto alle Hawaii nel corso del XIX secolo da missionari perché è stato considerato come un atto di depravazione .

Inoltre , va da sé che il mare è l’unico posto per praticare questo sport così non c’è bisogno di radersi spazi verdi per costruire stadi o tracce .

Così molti surfisti sono coinvolti negli sforzi per preservare le spiagge : pulizie , creando associazioni coinvolte , blog e siti che educano più sulla protezione ambientale ..

Tuttavia, la passione ha un prezzo se fate un elenco di tutte le sostanze chimiche che vanno a fare armamentario . Vale a dire :

  • resina poliuretanica , fibra di vetro , solventi chimici come l’acetone per rendere longboards , shortboard la ibride, pistole , pesce , mini malibu
  • tute in neoprene , top , cappe , guanti , pantofole , questo prodotto è certificata al 100 % riciclabile e non- petrolio

 

  • il componente principale della wax di petrolio , e paraffina
  • protezione solare che ha un effetto devastante sul fondo marino , in particolare sul corallo .

Non dobbiamo dimenticare che questi prodotti sono in contatto permanente con le allergie cutanee così oltre questo potrebbe avere effetti a lungo termine . A questo dobbiamo aggiungere il movimento ripetuto di surfisti che incoraggia l’uso di benzina e kerosene , la cui nocività è dimostrata .

Fondamentalmente il verdetto è chiaro: un wipe – out !

” Il Ecosurf ” è del tutto possibile :

Alcune marche e negozi hanno capito il concetto creando prodotti riciclabili o ” ecofriendly ” , alcuni addirittura parlare di greenwashing per dimostrare il loro impegno . Questi prodotti sono certamente costosi, ma se si può limitare il danno è già un grande passo avanti .

Si potrebbe anche riparare la sua matérAiel più possibile invece di sbarazzarsi di in ogni occasione .

Alcuni scelgono di avventurarsi in acque più calde e quindi pantaloncini da surf o costume da bagno e quindi bandire combinazioni.

In definitiva è soprattutto di essere a conoscenza dei pericoli e parlare in giro .

Aloha

Alcune marche ” ecofriendly ”

Notox che offre vari prodotti , principalmente schede

Bio- cera fatta di cera d’api e resina di pino Landes

EVOA gamma di filtri solari ecocompatibili